Archivio dell'autore: murachellibenedetta

Quasi poesia

E quando all’orizzonte folate di vento spargevano zucchero a velo sui raggi del sole nascente, Tu scoreggiavi nell’aria questa ineffabile malinconia.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La liberazione

Avrei voluto scrivere qualcosa di patriotticamente importante, antropologicamente nobilitante, storicamente eroicizzante ma, quando tutto ciò accadde io ero ancora piccola e non vedevo che i brandelli sanguinanti di una guerriglia che ogni giorno lasciava morti e feriti in campi impropriamente … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Ancora un inverno

“E’ lungo il fucile, va dalla spalla al muro” (I.T.) La notte è buia. A tratti piove una pioggia rabbiosa e fitta. Sulle guance di Angela bruciano lacrime senza sintassi. Confuse, un po’ scendono un po’ risalgono lungo il viso, … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La scimmietta

È petulante stamattina la scimmietta  non vuole il vestito di questa primavera vuole una posizione di vantaggio. E gorgoglia gridi come squittii  spostando gracidi fiati in cerca di imitative armonie. Non sforzarti, le dico, tu mi piaci così. Ogni tuo … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Oggi sono pigra e scandaglio i ricordi

Che bello andare in giro con la barca in mezzo al mare i pesci sotto guizzano riverenza e la schiuma a poppa specchietta frammenti di raggi di sole. Tutto gioca attorno, il motore ritma i giri dell’elica e non dà … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

TRA FUORVIANTI BREZZE

Amici miei, sono diventata pigra e mi sembra di avere più niente da scrivere, però ho raccolto un po’ di poesie che, per semplicità di procedure, ho affidato a Ilmiolibro.it. Avrei voluto riportare almeno la foto della copertina ma non … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Una un po’ confusa riflessione

“Pensando al tempo felice dell’infanzia e alla speranza di felicitâ, non vivo fino alla morte se non coi molti che restano fanciulli tutta la vita”. Giacomo Leopardi Fin dal mattino si vede il cielo tutto pulito che preannuncia azzurro e … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento