Parole all’alba

La luna ha perso gli occhi suoi nei fossi
Nel baratto tra ogni luce e le ombre della notte
Freme la foglia nel buio fila trame il mio cuore
Scende ogni opera dell’anima
e si perde nel silenzio dell’urlo del passato
Ho reso innocue le ombre della mia casa
canto e gioco ai quattro cantoni
Volo nel vento per rubarne il talento
nel vivere il tempo e la vita del domani

.
P.S.: scritta a quattro mani con la meravigliosa Benedetta Murachelli in un inizio di notte di follia di Luna di un anno che fugge senza voltarsi indietro

Foto del grande Giovanni Tagliavini

Informazioni su murachellibenedetta

Sono nata a Cemmo, piccolo borgo della Valcamonica , ricco di pietre ricamate che solo in leggende poetiche possono tramandare l'irripetibile abituale quotidianità di lontane vicende, sguardi verticali, storie minuscole. Vivo a Peschiera Borromeo, cittadina conglobata nella metropoli milanese. Scrivo perché parole stregate stringono buffe alleanze con mani disubbidienti.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Parole all’alba

  1. Grazia Bruschi ha detto:

    a volte la notte si illumina di intrecci magici

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...