Quell’ 8

So del big bang

so dei dinosauri

so di Socrate Platone Spinoza

so di Alceo Aristofane Dante

Catullo e Leopardi

ma non so se c’era neve

quell’ 8 febbraio

o stelle o luna o nuvole.

Io so che grandi montagne

fecero robusta eco

al mio primo vagito.

mb

 

 

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

Colpo secco

Inganno o desiderio,

colpo secco che mi stordisce quando

giro gli occhi e non vedo,

annuso e non fiuto,

odo e non sento, illusa

annaspo nel brivido di improbabili attese.

Sguaiate mi ronzano intorno

parole che non trovano pagine

Sarà il periodo mi dico, sarà

l’inverno che si abbarbica alle pareti

del gelo e non vuol morire oppure

questo temporeggiante tempo anteprimavera

che riscalda ormoni prematuri

adagiati senz’anima sul fondo

di torbide pozzanghere.

Fui voce allegria curiosità sogno amore.

Piange quel lontano fruscio di corse e capriole

la malinconia dei muscoli.
mb

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Se la notte non dormo

Se la notte non dormo io sgrano i miei rosari.
Nel primo mistero…. Scorrono frasi sul soffitto, scendono lungo le pareti… Mi ricordo…
Mi ricordo i ravanelli rossi nell’orto del nonno Fortunato
Mi ricordo la colonna di calcestruzzo che dovevo abbracciare e scalare per rientrare di nscosto dopo una scappatella
Mi ricordo il profumo del pane fresco
Mi ricordo i pidocchi che passeggiavano indisturbati sulla giacca dei soldati
Mi ricordo la mia maestra buona
Mi ricordo la mia maetra cattiva
Mi ricordo i diavoli ghignanti tra le fiamme dell’inferno nel grande dipinto sopra la porta della chiesa
Mi ricordo lo scroscio di pipì dai mutandoni della “pilastrina” e il rigagnolo vittorioso e fumante tra i ciotoli del selciato
Mi ricordo il gatto nero che mangiava i conigli
Mi ricordo l’olio di ricino, medicina contro la tenia
Mi ricordo che mi sentivo sempre in colpa
Mi ricordo la prima lava-asciuga nel 1963 quando è nato Ivo
Mi ricordo la mia prima automobile, una prinz rossa col motore posteriore
Mi ricordo il freddo in collegio
Mi ricordo la fame in collegio
Mi ricordo il ragazzo partigiano col paradiso negli occhi e le pallottole nella carne
Mi ricordo piazza Grande a Bologna dove mi sono rotta l’omero per ascoltare Lucio Dalla nell’ipad
Mi ricordo il cielo d’inverno al mio paese, le stelle e la luna far luce e ombre sulle cime e il canto del vento
Mi ricordo il velluto profumato e caldo della pelle dei mie bambini

Aurora sopraggiunge da oriente, bussa al vetro della finestra e interrompe la cantilena.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Prepotenti le dita

Vi è mai capitato di avvertire un brivido di rivalsa fino all’estrema punta delle dita, l’impulso di ingaggiare con la tastiera un duello all’arma… d’inchiostro, di voler consumare la pelle dei polpastrelli su vocali e consonanti che, anarchiche e ribelli, si riuniscono in parole a cui cercaste di non arrivare mai? Oggi mi opprime questa prepotenza e la mente, occhi in…resta, infila strade sconosciute, seducenti e infide, penetra in budelli semoventi attorcigliati come serpenti su ricordi creduti riposti e rimossi.
Sto male, insidiosi appigli di terreni scivolosi trattengono guerriglie d’amore, regolarmente perse, inutili investimenti su tempi nati già morti condannati da virus inattaccabili.
Eppure anche questa di oggi è stata una giornata normale, notte alba luce il giusto grigiore di stagione, tutto a posto. 
La finestra docile specchia l’ombra ondeggiante degli aceri, il vetro chiuso trattiene il calduccio artificiale della stufa, un insetto si industria in capriole per non cadere nelle giravolte del vento. Sì, c’è anche il vento, una folata fa scricchiolare le tapparelle, turbina intorno a una carta abbandonata sul balcone poi risale le correnti di ghiaccio della notte. 
Provo a pensarmi e pensarti ma non se ne va questa fastidiosa appiccicosa mielata malinconia.

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

Asciutto

come occhi svuotati

un maschilissimo giorno di luglio

avaro perfino di manifesta sofferenza

Due, tre, troppe anime.

Avvinti tutti in uno

scompagnato, rassegnato tango.

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

E

Alba

E quando l’imbrunire

porta solo il buio

 

E l’alba il canto dei conventi

tessono per me cuscini di nuvola

i cieli di novembre.

 

Immagine | Pubblicato il di | 1 commento

2a classificata

http://www.poetipoesia.com/wp-content/uploads/2017/12/concorso-poesia.pdf

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento